Kneževič chiama alla carica

Kras Repen 1 – Chiarbola Ponziana 0

Marcatore: 35′ Dukić

KRAS REPEN: Zitani, Stepančič, Fernandez, Lukač, Dukić, Pagliaro, Poropat (Sain), Deković (Ivčević), Volaš, Radujko, Smrtnik (Sancin). Allenatore: Kneževič

CHIARBOLA PONZIANA: Zetto, Berisha, Millo, Stipancich, Blasina, Surez, Montestella, Casseler, Menichini, Cottiga, Menichini. Allenatore: Roviglio (cambi non disponibili)

Qualche settimana fa un Kras irriconoscibile con il tecnico Kneževič pronto alle dimissioni rifiutate dalla presidenza. Mossa che si è rivelata più che azzeccata: dal tracollo con un 3-1 contro un rinato Lumignacco il nostro tecnico Kneževič ha saputo trasmettere uno spirito di squadra perduto che ha portato oltre al buon gioco la saggezza e lucidità nella gestione delle partite ed a saper vincere anche soffrendo.

Cosa vista anche nel match contro il Chiarbola Ponziana. Partita sulla carta non semplice che ha regalato agli spettatori una buona prestazione da entrambe le parti. Le squadre partono subito bene: seppur studiandosi mostrano una buona costruzione di gioco. Al 35′ il primo ed unico gol della partita nonostante altre occasioni avute da entrambe le parti. Tutto parte da una punizione guadagnata sulla trequarti avversaria da Smrtnik. Sul punto di battuta va Radujko che manda il pallone dall’altra parte in area: Zetto esce a vuoto su Pagliaro che riesce a prolungare di testa sui piedi di Stepančič che a sua volta prolunga su Dukić posizionato nella mischia in area piccola: da qui può solo che accompagnare il pallone in rete decidendo così la partita.

Il secondo tempo non smentisce un buon ritmo da entrambe le squadre: piovono le occasioni da entrambe le parti. Da segnalare un cross pericoloso in area di Smrtnik per Volaš con il tiro parato da Zetto. I ritmi calano tra le file del Kras che mantiene però la lucidità nel gestire il prezioso vantaggio soprattutto in fase difensiva che regge la pressione crescente avversaria. Un’ultimo squillo degli ospiti a recupero inoltrato che trova però Zitani al suo posto che mantiene oltre alla porta inviolata i tre punti in casa Kras segnando così la terza vittoria di fila.