Un punto d’oro a reti inviolate

Virtus Corno 0 – Kras Repen 0

VIRTUS CORNO: Nutta, Menazzi (Bizocco), Martincigh, Fall, Gubadia, Libri, Kanapari, Scarbolo (Ferrari), Gashi, Ime Akam, Don (Saverio) . Allenatore: Peresutti

KRAS REPEN: Zitani, Stepančič, Simeoni, Lukač, Dukić, Dekovic, Fernandez, Ivčević, Volaš (Poropat), Kocman, Smrtnik. Allenatore: Božič

Previsioni match in salita con il Kras decimato da assenze importanti compresa quella del tecnico Kneževič sostituito dal vice Rok Božič, neanche dopo mezzo minuto un contrasto costringe il bomber Volaš ad abbandonare il terreno di gioco per un brutto infortunio alla caviglia. La prima mezz’ora passa senza grosse emozioni con le squadre che si limitano ad amministrare. Al 33′ la prima azione di spessore dei padroni di casa con Gashi che a contrasto vinto in area serve Kanapari che non aggancia. Ci pensa lo stesso Kanapari dopo due minuti a mirare un tiro lento e basso ma Zitani è sul posto. Al 39′ primo squillo del Kras con Kocman che tira forte centralmente da fuori area ma c’è Nutta a bloccare. Al 41′ un brivido che poteva trasformarsi in disastro: un uscita sbagliata di Zitani costringe il portiere ad uscire verso il limite area su Gashi che mira in porta: conclusione che fortunatamente Zitani neutralizza. Si ripete Zitani questa volta sicuro per ben due volte a deviare fuori un tiro su punizione ed il conseguente colpo di testa di Kanapari sul corner successivo alla punizione.

La partita prosegue a ritmi costanti con un Kras molto attento soprattutto in fase difensiva rischiando poco o niente. Subito una punizione con Dukić che fa sponda su Ivčević che in semi rovesciata tira in porta ma c’è Nutta a parare. Al 14′ della ripresa Gashi a limite area si gira e mira in porta ma la conclusione passa alta sopra la traversa. Minuto dopo ribaltamento di situazione con Smrtnik che vince un contrasto sulla trequarti servendo Poropat che conclude a lato. Il Kras ci crede forse leggermente di più e prova a portare tutti i tre punti a casa. Al 24′ su corner Smrtnik si gira in area mira in porta ma la palla finisce alta sopra il sette. Ci riprova Poropat tirando da fuori ma la palla con traiettoria sporcata dalla difesa di casa si impenna e finisce alta. L’ultimo brivido lo firmano sempre gli ospiti con Ivčević che da limite area con pallo netto prova a scavalcare Nutta che però rientrando para.

Risultato partita ad occhiali giusto forse con leggero demerito per i padroni di casa ma soltanto per il numero delle occasioni create a favore degli ospiti. Un punto che vale oro: indispensabile per la corsa salvezza (matematica) che vede il Kras distante dalla medesima per pochi punti. A due giornate dalla fine del campionato regolare la partita cruciale sarà quindi la prossima con ospite il Ronchi che come il Kras è alla ricerca di punti salvezza.